Remailer: come inviare mail anonime (parte 1)

Oggi inizio una serie di post che tratteranno le tecniche base per inviare mail anonime utilizzando remailer di tipo II e tipo III. Nei prossimi giorni si parlerà di remailer, crittografia, anonimato ed al termine di questi post sarete in grado di utilizzare i programmi Mixmaster e Mixminion per inviare mail anonime attraverso una catena di remailer.
Ma prima della pratica ovviamente bisogna inziare dalla teoria e quindi in questo post vi spiegherò cosa sono i remailer e quali sono le tipologie di remailer che si possono utilizzare.

Un remailer è un server che ha come compito quello di ricevere le nostre mail ed inviarle al destinatario eliminando tutte le informazioni personali come il nostro IP, il nostro user-agent, il nostro sistema operativo, il programma col quale abbiamo inviato la mail. In pratica un remailer rendendo anonima la mail che inviamo, teoricamente non permette di rintracciare il mittente. Ho scritto "teoricamente" perchè può capitare che i remailer mantengano traccia (log) di chi invia le mail ed è capitato in passato che i servizi segreti americani abbiano costretto il proprietario di un remailer a mostrare questi log. Con i remailer di ultima generazione diventa ancor più difficile risalire al mittente.

Ci sono varie tipologie di remailer: i remailer Cypherpunk (Type I), i remailer Mixmaster (Type II), i remailer Mixminion (Type III) ed i Pseudonymous remailer (Nym Server).
I remailer Cypherpunk sostituiscono i campi contenuti nell' intestazione della mail non rendendo semplice il riconoscimento del mittente, permettono la concatenazione di più remailer (chaining), permettono l' utilizzo della crittografia (PGP o GPG) e permettono anche di ritardare l' invio della mail (latenza).
I remailer Mixmaster sono ancor più sicuri dei Cypherpunk perchè introducono alcuni accorgimenti di sicurezza come l' uso di RSA e 3DES, la divisione della mail in pacchetti crittografati che hanno dimensione fissa, il rimescolamento di questi pacchetti. Per utilizzare un remailer Type II abbiamo bisogno di un programma che si chiama proprio Mixmaster e che impareremo ad usare prossimamente.
I remailer Mixminion sono ancora in fase di sperimentazione ma promettono una sicurezza ancora maggiore dei Mixmaster perchè utilizzano SSL quando ci colleghiamo al remailer e permettono anche di ricevere risposte tramite l' utilizzo di reply-block.
I Nym Server (Type III) associano ad ogni mittente uno pseudonimo; tramite questo pseudonimo, sarà possibile ricevere risposte in maniera sicura ed anonima. Il remailer non sarà mai in grado di ricavare il nostro indirizzo a partire dal nostro pseudonimo.


Abbiamo terminato la parte teorica sui remailer, quindi non ci resta che la parte pratica in cui vi spiegherò come utilizzare Mixmaster e Mixminion. Tutto questo nei prossimi giorni!

4 commenti:

    Sono quelle utilizzate dagli Spammer?

    può capitare, ma la maggior parte dei remailer effettuano dei controlli per evitare che uno stesso messaggio non venga inviato un numero di volte troppo elevato.

    On 22 settembre 2007 13:34 no1globe ha detto...

    Ottimo.. non sapevo l'esistenza di questo! :D

    Byez! ;)

    On 4 ottobre 2007 16:24 ghetto! ha detto...

    neanche io lo sapevo!
    bravo phoenix!!!