E' dal gennaio 2007 che ormai si parla di questa storia su ormai molti blog: Black Google, il Google nero che permette di risparmiare un bel po' di watt e di soldi se tutto il pianeta lo utilizzasse. Ma partiamo dall' inizio...
Il 20 gennaio 2007 viene pubblicato un post sul blog ecoIron che ha come titolo Black Google Would Save 750 Megawatt-hours a Year: in questo articolo l' autore spiega che una pagina completamente bianca richiede circa 74 watt per essere visualizzata, mentre una pagina totalmente nera richiede solo 59 watt. Quindi, essendoci circa 200 milioni di query al giorno su Google, ipotizzando che ogni ricerca venga visualizzata per 10 secondi, si giunge alla conclusione che Google è in esecuzione per circa 550.000 ore al giorno. Ipotizzando che gli utenti visualizzino Google a schermo intero, il risparmio energetico per ogni ricerca è di 15 watt (74-59): complessivamente si risparmierebbero 8.3 Megawattora per ogni giorno, cioè circa 3.000 Megawattora per ogni anno. Però bisogna considerare che il risparmio energetico si ha solo con schermi CRT (a tubo catodico) e non LCD (a cristalli liquidi), quindi considerando che attualmente in circolazione il 25% degli schermi è CRT, il risparmio totale è di 750 Megawattora per ogni anno. Circa $75.000 di risparmio se consideriamo che un kilowattora costa 10 centesimi.
Molte persone hanno controllato i calcoli e col tempo questi dati sembrano accrescere sempre più: sono stati fatti calcoli più accurati e si è giunti alla conclusione che il risparmio sarebbe maggiore di 750 Megawattora, forse il doppio.

Se volete provare il Black Google, ci sono vari siti indipendenti che permettono di effettuare le ricerche su siti che sono completamente scuri:

- Blackle
- Earthle
- Ninja
- Trek Black
- Nerooogle (il Black Google italiano)

11 commenti:

    On 29 luglio 2007 15:24 Lazza ha detto...

    È già stato dimostrato che sono tutti delle grandi fregature per guadagnare soldi...
    http://naqernet.iblogr.com/2007/07/02/neroogle-blackgoogle-e-gli-altri-siti-che-lucrano-sul-finto-risparmio-energetico/

    Che i siti in questione ci guadagnino non ho dubbi (anche io avevo notato le pubblicità di Google), però rimane il fatto che tutti i calcoli effettuati dall'autore di ecoIron sono corretti e non bisogna dimenticare che i siti Black Google sono indipendenti (come ho scritto nel post) e non hanno nulla a che fare con il blog ecoIron che aveva scoperto questa storia.
    Quindi ecoIron ha fatto la scoperta e come sempre qualcun'altro cerca di guadagnarci su...

    Una volta che si verifica che il fatto esiste, non ha senso bocciarlo perché qualcuno ci guadagna sopra.
    Se qualcuno mi vende un'auto non inquinante, è giusto acquistarla, anche se ovviamente faremo la fortuna del suo inventore.
    Ho trovato lo stesso approccio con il film di Al Gore sul riscaldamento del pianeta: "tanto lui consuma più di tutti"; se questo ci impedisce di fare qualcosa... siamo ben presi.
    Tornando all'argomento: l'effetto c'è di sicuro, mi sembra solo un po' tanto spinto: con i prezzi attuali, tra poco avremo solo più LCD, magari a LED. A quel punto le differenze di consumo saranno trascurabili.

    phoenix non sapevo dove ringraziarti!
    ti ho linkato! :D

    On 30 luglio 2007 18:07 Lazza ha detto...

    Vi ripeto, il risparmio energetico è irrisorio! È TUTTA UNA FREGATURA. Rifletteteci un po' e leggete bene il post che ho linkato precedentemente.

    Mah...

    Bhe, sul fatto che ci guadagnino non lo so, che sia una balla però è vero, http://stambec92.blogspot.com/2007/07/google-nero-per-risparmiare-energia.html

    In realtà concordo con quello che dice tuxiano. Vi rimando al suo post:
    http://www.tuxiano.com/tux/2007/07/26/attivissimo-fa-nero-google.html

    Il risparmio c'è... irrisorio o no, questo non lo so. 1/100.000 del fabbisogno mondiale non so se sia così poco... fate voi.

    On 22 agosto 2007 02:31 Alex ha detto...

    Viste le numerose richieste di precisazione che la nostra iniziativa ha sollevato, cerchiamo di estendere le risposte per eliminare ogni perplessità a proposito del progetto NEROOOGLE.

    http://www.nerooogle.com/faq.php

    Ovviamente, al tempo stesso ringraziamo i nostri altrettanto numerosi sostenitori, che ci hanno supportato fin dal primo momento, credendo come noi, che non sarà una piccola iniziativa locale a salvare il mondo, ma che da qualche parte bisogna pur cominciare.

    Lo staff di NEROOOGLE

    On 14 novembre 2009 07:56 Anonimo ha detto...

    good start

    On 14 novembre 2009 07:57 Anonimo ha detto...

    leggere l'intero blog, pretty good