Come scrivere su una partizione NTFS da Linux

Installando Windows e Linux su hard disk separati ed avendo molto spazio libero da utilizzare, ho voluto creare una partizione dati condivisa tra i due sistemi operativi e l' ho formattata con filesystem NTFS.
Al primo avvio di Linux (Ubuntu) mi sono accorto che la partizione poteva essere acceduta in lettura ma non in scrittura. In pratica non potevo creare file o cartelle nella partizione NTFS.
Documentandomi in rete ho scoperto che esiste un driver chiamato NTFS-3G che risolve questo problema in maniera piuttosto semplice. Vediamo come installarlo.
Prima di tutto avremo bisogno di FUSE che possiamo installare dal repository della nostra distribuzione oppure possiamo scaricarlo direttamente qui. Per installare FUSE dai sorgenti seguite le semplici istruzioni presenti sul sito del progetto.
Dopo aver installato FUSE, dovremo installare NTFS-3G che possiamo trovare nei repository della nostra distribuzione oppure possiamo scaricarlo qui. Anche in questo caso l' installazione è semplicissima ed indolore. Per i dettagli dell' installazione cliccate qui.
Se non ci sono stati problemi durante l' installazione, per utilizzare il driver dobbiamo prima smontare la partizione NTFS (umount), poi creiamo la directory /mnt/windows (possiamo mettere quello che vogliamo al posto della parola windows), ed infine rimontare la partizione con il seguente comando: mount -t ntfs-3g /dev/sda1 /mnt/windows
Ovviamente al posto di /dev/sda1 dovete scrivere il nome della vostra partizione NTFS ed al posto di /mnt/windows dovete mettere il nome della directory che avete creato precedentemente.

Se volete che la partizione NTFS venga montata ogni volta che viene avviato il computer, allora aprite il file /etc/fstab (fate una copia di backup di questo file!) e controllate se c' è una riga relativa alla vostra partizione NTFS. Se nel file fstab non c' è alcun riferimento alla partizione NTFS, aggiungete la seguente riga /dev/sda1 /mnt/windows ntfs-3g defaults 0 0 (ricordandovi di scrivere sempre il nome corretto della vostra partizione ed il punto di mount che avete scelto). Se invece nel file fstab c' è una riga che si riferisce alla partizione NTFS, allora cancellate questa riga ed inserite la seguente /dev/sda1 /mnt/windows ntfs-3g defaults 0 0

Per ulteriori informazioni fate riferimento sempre al sito ufficiale di NTFS-3G. E nel dubbio chiedete sempre nel forum ufficiale della vostra distribuzione Linux.

NOTA: su Ubuntu dopo aver installato NTFS-3G da Synaptic non ci sarà bisogno di smontare e rimontare la partizione manualmente. Per attivare il driver basterà andare nel menù Applicazioni->Strumenti di sistema e vedrete il Tool di configurazione NTFS. Cliccatelo e comparirà una finestra in cui dovrete spuntare la casella dove sta scritto Attiva il supporto in scrittura per dispositivi interni (o esterni).

6 commenti:

    On 10 gennaio 2008 11:15 LuNa ha detto...

    molto sconsigliato,
    il supporto è stralimitato in diversi settori tra qui la frammentazione dei file. Da usare con estrema cautela

    concordo con luna!!!!anche se non ho capito nulla!!!!

    e poi Master Phoenix o come-cavolo ti chiami ...CAMBIA IL LINK AL MIO SITO!!!!!!

    :| mhhhh
    *occhi persi nel vuoto*

    Posso chiedere la consulenza di Sig. Phoenix a riguardo dell'HW malridotto del mio PC?

    come sempre capito gnemte, ma rima o poi ci arrivero'... forse.
    ciao vecchio

    @ luna: credo comunque che attualmente sia la soluzione migliore per chi voglia avere una partizione NTFS condivisa tra Windows e Linux. Se hai consigli su altre possibilità dicci pure...

    @ claudio: credo che ci sia poco da fare col tuo computer :)

    @ em: non ti preoccupare. lo capirai di sicuro...